Il giornale on-line sul mondo dell'edilizia

Attualità

Impianti sportivi, dalla Lombardia 8 milioni di euro per riqualificarli
Entro la fine di luglio un bando che finanzierà la realizzazione, l’ampliamento e la messa in sicurezza delle strutture regionali

di Alessandra Marra Alessandra Marra - www.edilportale.com
 
11/07/2018 – In arrivo 8 milioni di euro a fondo perduto per la riqualificazione degli impianti sportivi nei comuni lombardi.
 
A stabilirlo la DGR 275/2018, con cui la Regione Lombardia ha messo a disposizione le risorse per un bando che verrà pubblicato entro la fine di luglio 2018.
 
Impianti sportivi: le risorse della Lombardia


Il provvedimento regionale stanzia 8 milioni di euro a fondo perduto, eventualmente incrementabili sino a 15 milioni di euro sul triennio in caso di disponibilità di bilancio, per la riqualificazione e la messa a norma delle strutture regionali.
 
I beneficiari sono gli enti locali in forma singola o associata proprietari di impianti sportivi di uso pubblico o titolari di diritto di superficie presenti sul territorio lombardo, inseriti nell’Anagrafe degli impianti sportivi regionale.
 
Il contributo massimo concedibile a fondo perduto è di 150 mila euro e il minimo è di 50 mila euro. Le risorse disponibili saranno ripartite fra le 11 Province lombarde e la Città Metropolitana di Milano, con quote proporzionali calcolate in base ai dati ISTAT della popolazione residente.
 
Riqualificazione impianti sportivi: i lavori agevolati


Il bando finanzierà interventi volti:
- alla realizzazione di nuovi impianti sportivi o ampliamento di impianti sportivi esistenti (nel limite del 20% della dotazione del Bando);
- alla riqualificazione di impianti sportivi esistenti: recupero funzionale, ristrutturazione, manutenzione straordinaria, abbattimento delle barriere architettoniche, miglioramento sismico, efficientamento energetico, messa a norma e messa in sicurezza;
- al miglioramento e riqualificazione degli spazi per i servizi di supporto all’attività sportiva (es. spogliatoi, primo soccorso, spazi per il pubblico, ecc.), per incrementare la fruibilità dell’impianto, migliorare la sostenibilità gestionale, qualificare l'offerta dei servizi;
- alla realizzazione di spazi aggiuntivi ed aree sussidiarie, funzionali all’impianto sportivo, quali ad esempio spazi attrezzati ed aree verdi ad esso collegate, che favoriscano abbinamenti tra pratica motoria e sportiva e la valorizzazione di risorse naturali e ambientali.
 
Verrà data precedenza agli interventi riguardanti la riqualificazione degli impianti sportivi esistenti.
 
Sono ammissibili al contributo regionale le spese relative a:
- lavori, opere civili ed impiantistiche;
- spese tecniche per la realizzazione dell’intervento (spese di progettazione, direzione lavori, ecc.),
- spese per l’acquisto di arredi ed attrezzature sportive, purché di stretta pertinenza dell’impianto sportivo;
- spese relative ad opere di non specifica destinazione sportiva, purché necessarie alle concrete esigenze ed alla funzionalità complessiva degli impianti sportivi;
- IVA, nonché ogni altro tributo o onere fiscale, previdenziale o assicurativo attinente alla realizzazione dell’intervento, se non recuperabili.

Notizia pubblicata sul sito www.edilportale.com


torna indietro


Canale EdiliNews YouTube

Sul canale EdiliNews di YouTube potrai avere una panoramica completa e visualizzare tutti i video, costantemente aggiornati, apparsi cronologicamente sul web magazine.
Un'opportunità in più per non perdere una sola battuta di chi opera all'interno del settore edile.

NEWSLETTER

Per ricevere l'anteprima dell'ultimo numero di EdiliNews



Rss Feed

CONTATTI

Redazione e Amministrazione
Via Alessandria, 215
00198 - Roma
Tel. 06.852614
Fax. 06.85261500
info@edilinews.it